#Diariodibordo #Matera

#Diariodibordo #Matera

Giovedì 9 maggio
0905_B

0905_APartiamo presto da Milano, dallo studio Nomare inizia il nostro viaggio: taxi – navetta – aereo – treno. Appena usciti da Bari e dintorni, sulle ferrovie Appulo Lucane, siamo subito immersi nella ruralità dei paesaggi murgiani. Arriviamo a Matera. A Casa Netural ci aspettano delle ottime orecchiette al pomodoro e l’accoglienza di Laura e Andrea.

Incontriamo per un caffè Andrea Santantonio di Cinefabrica e vicino di Casa Netural, che ci racconta la città, i Sassi, i quartieri, i rioni e le dinamiche urbane che hanno segnato la storia di Matera.

Un aperitivo al tramonto sulla terrazza di Casa Netural, deliziati dalla focaccia di Paoluccio; ci prepariamo alla serata a Casa Netural in cui raccontiamo alla community il nostro progetto Incontri Raccolti e ci confrontiamo su quello che è la città di Matera, raccogliamo i primi spunti per Incontri Raccolti #Matera.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Venerdì 10 maggio

1005_A

Partiamo subito alla scoperta della città. Si comincia dal quartiere Lanera e ci accompagnano Eliana e Laura. Il primo Incontro è al panificio, tra una fetta di focaccia e una manciata di taralli, scambiamo qualche chiacchiera con gli abitanti del quartiere. Dopo pranzo conosciamo Michela Frontino, fotografa e responsabile del progetto Archivio di Confine, con la quale ci confrontiamo sui metodi di indagine e di narrazione del territorio e del paesaggio urbano.

1005_B

Ci perdiamo nei Sassi, ci fermiamo al Circolo Culturale La Scaletta per dare uno sguardo ai progetti del workshop ‘(H)abitare dopo i Sassi’ frutto del laboratorio di sociologia urbana dell’Università di Firenze; ci apre a nuove visioni della città: i rioni La Martella e Spine Bianche.

 

Concludiamo la giornata con una passeggiata notturna tra i Sassi.

 

 

 

Sabato 11 maggio

Exploring Basilicata – Le Dolomiti Lucane 1/2

1105_B

1105_A

Partiamo per Exploring Basilicata, ci aspettano le Dolomiti Lucane! Sarà una giornata intensa. Arriviamo a Salandra attraverso una strada panoramica che attraversa i calanchi, i morbidi rilievi verdeggianti, macchiati da fioriture coloratissime. Passiamo dall’antico centro di San Mauro Forte, da Oliveto Lucano, dove assaggiamo le ficazzole (focacce ripiene decorate) in gara alla Festa di Primavera del paese, attraversiamo il bosco di Accettura e infine arriviamo a Pietrapertosa. Il paese, abbarbicato sulle pendici del monte, si apre su un’ampia vallata verde che il giorno dopo conosceremo ‘da

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Domenica 12 maggio

Exploring Basilicata – Le Dolomiti Lucane 2/2

1205_B

Una buona colazione e partiamo alla scoperta del paese, dall’Arabata alla fortezza Saracena sulle cime. Seguiamo Andrea lungo il Percorso delle 7 Pietre. Camminiamo attraversando la valle fino a raggiungere Castelmezzano, quasi due ore più tardi. Sopra le nostre teste vediamo scivolare a 120 km orari temerari turisti: ecco il Volo dell’Angelo.

 

A Castelmezzano ci ritroviamo in mezzo alla banda e alla processione della Madonna del Bosco.

Dopo un aperitivo e un pranzo abbondante ricominciamo la passeggiata per tornare a Pietrapertosa dove ci raggiunge anche Daniele. Terminiamo il nostro viaggio passando da Albano e da Campomaggiore dove visitiamo la Città dell’Utopia per poi tornare a Matera. Stremati ma felici.

 

Lunedì 13 maggio
1305Dopo due giorni in viaggio è ora di mettersi al lavoro e raccogliere nuovi Incontri. Decidiamo di vivere per una giornata, dalla mattina fino all’imbrunire, al quartiere Spine Bianche (meglio conosciuto come Rione Bottiglione). Chiacchieriamo con diversi abitanti del quartiere, molti dei quali hanno vissuto lo sfollamento dai Sassi ai quartieri costruiti negli anni ‘50. Ne approfittiamo per conoscere Angelo Romano, antropologo e docente alla Facoltà di Architettura di Matera, poco distante dal quartiere Spine Bianche. Angelo ci invita a partecipare a una lezione del suo corso, abbiamo l’occasione di parlare con gli studenti che ci danno ulteriori spunti di lettura della città e del quartiere. Torniamo a Spine Bianche, raccogliamo interviste, racconti e molte immagini fotografiche. La cosa che ci colpisce, oltre all’indiscussa qualità architettonica dell’impianto urbano e di alcune architetture realizzate da architetti di fama come Carlo Aymonino e Giancarlo De Carlo, è la quantità di spazi pubblici a disposizione della comunità: giardini, piazze, spazi verdi, percorsi, aree gioco; luoghi per lo più non mantenuti e poco utilizzati.

 

Martedì 14 maggio

Lavoriamo tutta la giornata all’interno del co-working di Casa Netural per preparare la presentazione alla serata finale del progetto Incontri Raccolti#Matera (www.u-boot.it/incontriraccolti). Siamo ospiti del TG Regionale della Basilicata che dedica un servizio a Casa Netural e al progetto del CO-living.

Durante la serata finale raccontiamo gli incontri fatti a Spine Bianche, le nostre impressioni, le nostre visioni, attraverso le fotografie e le interviste raccolte. Proponiamo alla community di Casa Netural il Gioco dell’Oca di Spine Bianche, attraverso questa invenzione raccogliamo le visioni di tutti i partecipanti sul quartiere ‘che vorrei’. Utilizziamo questo quartiere come primo caso campione per aprire a nuove modalità di lettura dello spazio urbano e sociale e a nuove strategie di pianificazione, anche in vista della candidatura di Matera a Capitale della Cultura 2019.

 

Mercoledì 15 maggio

1505

Ultima passeggiata materana prima di salutare Casa Netural e Matera, con la volontà di continuare a lavorare insieme sulla città e per la città e sperando di ampliare il progetto e consolidare gli Incontri fatti durante il CO-living!

Ripartiamo verso Bari, destinazione Bologna allo studio U-BOOT.